Torna alla pagina iniziale




Contatti

Chi siamo

Documenti

Aree tematiche

Avvisi di gara

I progetti

Leggi regionali

Documenti del territorio

Comitato Dati Territoriali

Sperimentazioni

Siti di interesse


Strumenti GeoUML methodology

 

Distribuzione degli strumenti

Gli strumenti sono disponibili presso il sito dello SpatialDBgroup del Politecnico di Milano: http://spatialdbgroup.polimi.it .
La documentazione di supporto, riportata di seguito, è comunque presente sul sito del Politecnico di Milano assieme ad altri documenti scientifici esplicativi del processo di elaborazione della metodologia GeoUML.

Guida alla lettura di uno Schema GeoUML

GeoUML Methodology e Tools - Organizzazione Complessiva

Guida ai Modelli Implementativi di Tipo Flat

Guida all’uso del GeoUML Catalogue
(versione software 2.0)

Guida all’uso del GeoUML Validator
(versione software 2.0)

Implementazione delle proprietà geometriche del GeoUML

 Altra documentazione disponibile

Seminario presso la sede di Roma della Regione Friuli Venezia Giulia - 13 Ottobre 2011, Roma: “Gli strumenti della metodologia GeoUML: le sperimentazioni e le possibili applicazioni per le validazioni dei dati”

Seminario presso la sede del CISIS- 26 Ottobre, Roma: Adeguamento specifiche tecniche 2010 e Conversione CTRN - DBT

 

I soggetti che a diverso titolo hanno contribuito alla realizzazione del progetto.


Autori

Politecnico di Milano
Spatial DB Group

Giuseppe         Pelagatti        (coordinatore),
Alberto Belussi, Jody Marca, Mauro Negri

Coordinamento
delle attività

CISIS – CPSG
Comitato Tecnico di Progetto

Maurizio De  Gennaro (Regione del Veneto – coordinatore tecnico),
Massimo Attias (CISIS-referente area geografica e progetti)
Stefano Olivucci (Regione Emilia- Romagna), Raffaella Gelleti, Marco Lunardis,  Massimo  Zia  (Regione Friuli Venezia Giulia), Massimiliano Basso, Alessandra Chiarandini (INSIEL-Regione FVG), Simone Patella (Regione Lazio), Gianbartolomeo Siletto (Regione Piemonte), Mauro Vasone (CSI Piemonte), Marco Guiducci, Andrea Peri (Regione Toscana), Gianfranco Amadio,  Domenico  Bertoldi, Gianluca Riscaio, Sandra Togni (Regione Umbria), David Freppaz (Regione Valle d’Aosta), Virgilio Cima, Umberto Trivelloni (Regione del Veneto), Leonardo Donnaloia, Claudio Mazzi, Pierpaolo Milan (CISIS)

CISIS –CPSG
Struttura di supporto interna

Massimo       Attias,      (coordinatore struttura),
Leonardo Donnaloia, Claudio Mazzi, Pierpaolo Milan, Antonio Rotundo (CISIS)

 

Accessibilità agli strumenti, autorizzazioni, download


Il GeoUMLcatalogue vers. Viewer: ad accesso libero per qualsiasi soggetto registrato direttamente sul sito del Politecnico.

Il GeoUMLcatalogue vers. Editor e  Il GeoUMLvalidator: disponibile per la sola Pubblica Amministrazione (qualsiasi soggetto di diritto pubblico, individuato in enti amministrativi territoriali, enti con competenza territoriale, organismi statali, enti di ricerca a carattere pubblico, enti di ricerca privati di rilevanza pubblica, enti di ricerca e organismi stranieri assimilati), per i fini istituzionali e non commerciali. Questi programmi non possono essere distribuiti a soggetti privati in base all’accordo di proprietà esistente tra il Politecnico di Milano e il CISIS. Si richiama inoltre che l’articolo sulla limitazione della responsabilità citato nelle licenze dei programmi non si applica alla PA che distribuisse  di propria iniziativa i programmi.
Per ottenere l’accesso agli strumenti la richiesta deve pervenire alla struttura geografica del CISIS tramite la compilazione del form presente in questa pagina. Il form deve essere compilato in ogni sua parte, stampato, firmato in originale dal Dirigente del servizio che lo richiede, con relativo timbro e dopo scansione inviato, insieme alla versione con i dati identificativi, in formato “doc”,  all’indirizzo mail: m.attias@cisis.it, tramite account del servizio richiedente.
Analizzata la richiesta, il CISIS provvede ad inserire i dati del richiedente sul sito del Politecnico, il quale provvede ad inviare all’utente le credenziali (nome utente e password) per accedere al sito ed effettuare il download dei software, dopo aver sottoscritto la licenza d’uso. Si richiede pertanto che il soggetto da registrare deleghi il CISIS alla sua registrazione sul sito. Attenzione, coloro che avessero già effettuato una registrazione per il download del sw Catalogue in versione viewer, sono pregati di cancellare preventivamente la registrazione onde poter procedere ad una nuova registrazione che dia accesso completo agli strumenti.

GeoUMLvalidator chiuso (si rinvia alla descrizione più avanti)

 

RILASCIO DEGLI STRUMENTI

Per accedere agli strumenti occorre compilare il Form e restituirlo all'Arch. Massimo Attias (m.attias@cisis.it) in formato PDF (coorredato di firma in originale) e in formato Excell. Una volta inseriti i dati riceverete avviso per l'accesso dal sito http://spatialdbgroup.polimi.it.

NB: qualora abbiate già effettuato una iscrizione per accedere allo strumento Catalogue in versione "Viewer", siete pregati di eliminare preventivamente tale iscrizione al fine di permettere la nuova iscrizione per il rilascio degli stumenti in formato operativo.

Download Form di richiesta della strumentazione

 

Descrizione sintetica degli strumenti

Il GeoUMLcatalogue Editor è uno strumento a supporto della definizione e strutturazione della specifica di contenuto (SC), ovvero alla creazione del Geodatabase che l’Ente intende utilizzare per la formazione del Database Geotopografico sul proprio territorio di competenza. Con l’approvazione del Decreto ministeriale 10 Novembre 2011 “Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geotopografici” si viene a definire in modo chiaro e cogente, il quadro di riferimento sul territorio nazionale. Il Decreto fissa la “specifica generale” ed un contenuto minimo, indispensabile, definito come “National Core”. Le Regioni o gli enti territoriali subalterni, secondo le proprie necessità in riferimento alle caratteristiche del territorio da rilevare, possono integrare la specifica generale con nuove “classi” o aggiungere attributi alle classi esistenti, senza eliminare classi e attributi del “National core”.
Il GeoUMLcatalogue viene rilasciato con la suddetta specifica caricata al suo interno, ma è strutturato per accogliere e gestire specifiche di tipo diverso.

Il GeoUMLvalidator è uno strumento in grado di operare il controllo di conformità intrinseca di un generico Data Product (dataset) relativamente ad una specifica di contenuto (SC) gestita dal GeoUMLcatalogue. Lo strumento permette di validare i dati nella fase di produzione (ad esempio, in base ai modelli di produzione shape_flat e shape_topo) e di validare i dati caricati o gli aggiornamenti effettuati all’interno di un geodatabase nuovo o pre-esistente

I due strumenti sono stati sviluppati per un loro funzionamento su file in formato shape o gml e in ambiente Oracle (monogeometria e multigeometria) e Postgis (monogeometria). La scelta dello sviluppo dei modelli implementativi in tali ambienti, in accordo con le regioni coinvolte nel progetto, è avvenuta dopo un attenta ricognizione sullo stato attuale di realizzazione dei database geotopografici e sugli sviluppi previsti.

GeoUMLvalidator chiuso
La PA può utilizzare il GeoUMLcatalogue Editor per definire le proprie specifiche e verificare successivamente la qualità di un dataset attraverso l’uso del GeoUMLvalidator. Il GeoUMLvalidator chiuso è stato realizzato per venire incontro alle PA che affidano ad un soggetto esterno (Impresa che realizza il database e/o Direttore dei lavori e Collaudatore) la produzione o l’aggiornamento di dati. Infatti questo validatore è generato dalla PA e può essere usato localmente da un soggetto privato
.

Generazione GeoUMLvalidator chiuso.
Per distribuire il GeoUMLvalidator la PA deve innanzitutto generare il GeoUMLvalidator chiuso eseguendo i seguenti passi (estratto dalla guida all’uso del GeoUMLvalidator):

1
Generazione con il GeoUMLcatalogue Editor della specifica nel suo stato definitivo (stato “released”) e sua esportazione.
2
Download del GeoUMLvalidator da chiudere in una cartella (chiamata per semplicità “cartellaValidator” nel seguito) e lancio in esecuzione del programma.
3
Importazione della specifica nel GeoUMLvalidator.
4
Generazione del GeoUMLvalidator chiuso. Questa operazione richiede di selezionare prima la voce Congela SC del menù File del GeoUMLvalidator e poi la voce exit dello stesso menù che ne termina l’esecuzione. Rieseguire il GeoUMLvalidator precedentemente terminato(quest’ultima operazione completa la trasformazione del Validator in un Validator chiuso, ossia un Validator che può lavorare su dati conformi alla specifica incorporata nel Validator.

Si noti che il Validator chiuso può essere utilizzato su più Dataset purché siano tutti associati alla specifica caricata nel validatore.

Distribuzione del GeoUMLvalidator chiuso
Una volta generato il GeoUMLvalidator chiuso può essere distribuito al soggetto che deve utilizzarlo direttamente dalla PA che l’ha generato; per fare questo è necessario trasferire tutto il contenuto della cartella cartellaValidator al soggetto utilizzatore. Prima di distribuire il programma è tuttavia necessario far sottoscrivere la licenza del GeoUML chiuso alla ditta; la licenza è presente nella cartella cartellaValidator ed è chiamata “GeoUMLvalidator chiuso.txt” (Allegato 1). Si noti che la singola PA può decidere di arricchire tale documento in base alle proprie esigenze. Si suggerisce contestualmente di cancellare il file “GeoUMLper soggetti di diritto pubblico.txt” del Validator completo (presente sempre nella cartella cartellaValidator).
Una volta controfirmata la licenza, copia della stessa deve essere trasmessa al CISIS all’indirizzo m.attias@cisis.it
Installazione GeoUMLvalidator chiuso.
Il soggetto che riceve il programma deve copiare il contenuto della cartellaValidator in una propria cartella e seguire le istruzioni contenute nella guida all’uso del Validator (presente in cartellaValidator) per la configurazione ed esecuzione del programma.


Allegato 1. Contratto di licenza d’uso “GeoUML validator chiuso”
Versione 1.0, 1 marzo 2012
Copyright © 2012, Politecnico di Milano, Piazza Leonardo da Vinci, 32, 20133 Milano e Centro Interregionale per i Sistemi Informatici, Geografici e Statistici (CISIS), Via Piemonte N. 39, 00187 Roma.

Art. 1. Oggetto
Questo contratto (chiamato nel seguito “licenza”) regola l’uso e la distribuzione del Prodotto GeoUML validator chiuso composto da programmi informatici e di tutto il materiale aggiuntivo essenziale per l’utilizzo del programma (ad es, programmi di installazione, documentazione) realizzato dal Dipartimento di Elettronica e Informazione (DEI) del Politecnico di Milano nell’ambito delle ricerche cofinanziate dal CISIS e dalle Regioni e Province autonome aderenti al Progetto (di seguito, per brevità, anche congiuntamente detti i “Concedenti”).

Art. 2. Diritto d’uso
Il Prodotto soggetto a questa licenza può essere usato dall’utilizzatore a titolo gratuito non esclusivo e senza limiti di tempo per fini non commerciali purché utilizzi una specifica di contenuto precaricata da un soggetto di diritto pubblico. L’utilizzatore acquisisce il diritto di installazione (che avverrà a proprie cure e spese) ed uso dopo l’accettazione di tutte le condizioni riportate nella presente licenza e a decorrere dalla data di accettazione della presente licenza. Rimane inteso che per “accettazione” si intende l’esecuzione delle seguenti operazioni: accesso al sito spatialdbgroup.polimi.it dopo l’identificazione o la registrazione dell’utilizzatore con accettazione della liberatoria per la privacy e infine la lettura e l’accettazione dei termini del contratto di licenza prima dell’effettuazione dell’operazione di download del programma.
L’ utilizzatore può risolvere il contratto in qualsiasi momento mediante distruzione di tutte le copie del prodotto in suo possesso. L’inosservanza di una qualsiasi condizione della licenza comporta la risoluzione immediata della presente licenza.

Art. 3. La proprietà
Il Prodotto regolato da questa licenza è tutelato dalle norme che regolano il diritto d’autore. I diritti di proprietà, di utilizzazione e di sfruttamento economico del prodotto rimangono in via esclusiva in capo ai Concedenti, i quali garantiscono che il prodotto è di loro esclusiva proprietà. I Concedenti inoltre garantiscono che, per quanto ragionevolmente sia dato sapere, le eventuali componenti di terze parti utilizzate per la realizzazione del Prodotto rispettano le licenze previste dai relativi fornitori.
L’utilizzatore prende atto che il Prodotto è protetto da diritti d’autore e dagli altri diritti di privativa applicabili alla fattispecie.
L’utilizzatore non può distribuire a terzi il Prodotto o stipulare atti con altri soggetti aventi per oggetto la sub-concessione del diritto d’uso del Prodotto.

Art. 4. Limitazione di responsabilità
Il Prodotto soggetto a questa licenza è fornito “COSÍ COM’É” senza garanzia di qualsiasi tipo, esplicita o implicita, includendo, ma non limitando a, l’implicita garanzia di essere adatto per un particolare scopo. Il rischio sulla qualità e l’efficienza del Prodotto sono a carico dell’utilizzatore. I Concedenti non garantiscono l’assenza di difetti e non ne garantiscono la correzione.
L’utilizzatore solleva i concedenti da qualsiasi responsabilità per danni generali, incidentali o consequenziali, diretti e indiretti, materiali e immateriali causati dall’uso del Prodotto o per l’eventuale inabilità ad usare lo stesso Prodotto (includendo, ma non limitando alla perdita di dati, alla generazione di dati inaccurati o alla incapacità del Prodotto ad operare in presenza di altri programmi) subiti dall’utilizzatore o terzi. L’utilizzatore si assume ogni responsabilità sulla corretta definizione ed uso dei documenti realizzati dal prodotto.
I Concedenti non garantiscono che l’ambito di protezione del Prodotto e del suo uso, siano indipendenti da altri diritti di Proprietà Intellettuale di terzi, fermo restando che, allo stato, non si ha conoscenza della sussistenza di situazioni di tale natura.

Art. 5. Riservatezza
L’utilizzatore si impegna a non portare a conoscenza di terzi informazioni, dati tecnici, documenti e notizie di carattere riservato di cui il personale comunque impiegato nell’uso del prodotto soggetto alla presente licenza venga a conoscenza in sede di attuazione della medesima.

Art. 6. Foro competente
La presente licenza è disciplinata dalla legge italiana. Le Parti si impegnano a definire in via amichevole le controversie che dovessero insorgere tra di loro in relazione all'interpretazione, all'applicazione e/o alla validità del presente atto. Qualora non fosse possibile raggiungere in tale modo un accordo, le predette controversie saranno deferite alla competenza esclusiva del Foro di Milano.

Art. 7. Tutela dei dati personali
Le Parti dichiarano reciprocamente di essere informate (e, per quanto di ragione, espressamente acconsentire) che i “dati personali” forniti, anche verbalmente per la definizione del presente atto o comunque raccolti in conseguenza e nel corso dell’esecuzione del presente atto, vengano trattati esclusivamente per le finalità dell’atto, mediante consultazione, elaborazione, interconnessione, raffronto con altri dati e/o ogni ulteriore elaborazione manuale e/o automatizzata e inoltre, per fini statistici, con esclusivo trattamento dei dati in forma anonima, mediante comunicazione a soggetti pubblici, quando ne facciano richiesta per il perseguimento dei propri fini istituzionali, nonché a soggetti privati, quando lo scopo della richiesta sia compatibile con i fini istituzionali dell’Ateneo. Titolari per quanto concerne il presente articolo sono le Parti come sopra individuate, denominate e domiciliate. Le Parti dichiarano infine di essere informate sui diritti sanciti dall’articolo 7 del D.Lgs 30 giugno 2003 n. 196.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 
webmaster Torna all'inizio della pagina Centro Interregionale
e